Riqualificazione

La Qualità Architettonica nella Legge Regionale 14/2019, Veneto 2050

Vediamo come la Legge Regionale 14 del 2019, Veneto 2050 definisce il concetto di Qualità Architettonica

L.R. 14 2019 Veneto 2050 Qualità Architettonica
Foto di Wokandapix da Pixabay

Nella L.R. 14/2019: “Veneto 2050: politiche per la riqualificazione urbana e la rinaturalizzazione del territorio e modifiche alla legge regionale 23 aprile 2004, n. 11 “Norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio“ troviamo una precisa definizione di “Qualità Architettonica“.

Il fatto che all’interno di un testo di Legge si parli di “Qualità Architettonica” spero possa essere di buon auspicio per tutti. Una volta tanto la qualità dell’architettura potrebbe divenire un obiettivo comune condiviso, a patto però di non essere costretti a dover “ricordare” le commissioni d’ornato! La Legge si spinge infatti ad istituire, addirittura, una Commissione Regionale per la Qualità e la Bellezza Architettonica con tanto di premio annuale in tal senso.

Andiamo con ordine, la prima definizione che la Legge si preoccupa di fornire è proprio quella di “Qualità Architettonica“, come a voler dichiarare l’interesse verso la qualità dell’ambiente che ci circonda e l’intento concreto di voler migliorare il paesaggio, il territorio e le città in cui viviamo e lavoriamo.

La Qualità Architettonica è un esito, ed è l’esito di un coerente e funzionale sviluppo (1)progettuale, (2)architettonico, (3)urbanistico e (4)paesaggistico. Da queste parole comprendiamo l’intenzione del legislatore di prendere in considerazione tutte le dimensioni del progetto, dal piccolo intervento all’intervento inerente il Paesaggio. Dal cucchiaio alla Città.

In qualsiasi caso questo esito deve rispettare i requisiti di utilità e funzionalità con particolare attenzione a:

  • all’impatto visivo sul territorio
  • alla sostenibilità energetica
  • alla sostenibilità ecologica
  • alla qualità della tecnologia dei materiali utilizzati
  • alla qualità della tecnologia delle soluzioni adottate

Il tutto considerato in un percorso di Valorizzazione Culturale e Identitaria di:

  • (1) dell’Architettura e
  • (2) degli Spazi Urbani.

Proseguono le nostre riflessioni sulla riqualificazione edilizia anche alla luce dell’imminente pubblicazione del Decreto Sblocca Cantieri e dei cambiamenti sulle distanze in edilizia. Seguiteci al seguente link!

In Studio e, a breve sul sito, un post dedicato ai concetti di rinaturalizzazione del territorio e di manufatti incongrui, vi invitiamo a seguirci!

Per chi necessitasse di approfondimenti o consulenza in materia sono a disposizione, scrivete a consulenza@marcopastorino.com, chiamatemi al 347.8481441 o lasciate un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *